Il marmo, roccia diffusissima e molto presente sul territorio italiano, si forma dalla cristallizzazione del carbonato di calcio, elemento che troviamo in grande percentuale al suo interno. Il marmo ha trovato ampio impiego sia nella scultura, basti pensare alla predilezione che Michelangelo aveva per il marmo di Carrara, ma anche nell'arredamento delle nostre case, sono tanti infatti gli arredi e mobili rivestiti in marmo o interamente composti da questo materiale.

LA LAVORAZIONE DEL MARMO


Una volta estratto, il marmo viene lavorato e trasformato in lastre o masselli in base allo spessore del suo taglio.
In seguito, in base all'impiego che assumerà, subirà altri processi come ad esempio:
- Lucidatura: può essere chimica o manuale
Fiammatura: usata sopratutto quando le lastre verranno impiegate come pavimentazione.
- Rigatura
- Sabbiatura: una tecnica che permette di levigare la superficie con un misto tra acqua e sabbia.
La lista delle lavorazioni è ovviamente molto lunga in base alla destinazione d'uso delle lastre di marmo. Ovviamente essendo un materiale molto prezioso e delicato, subirà anche processi protettivi specifici.

COME SI CURA IL MARMO


Il marmo è uno dei prodotti naturali che trova più largo impiego nell'edilizia. Dai rivestimenti di parti e pavimenti fino al più prezioso complemento d'arredo, il marmo conferisce eleganza, brillantezza e luminosità agli ambienti di casa.
Ha un forte impatto estetico e diventa l'elemento caratterizzante e punto focale dove si concentra la nostra attenzione.
Purtroppo però, essendo un materiale molto prezioso, è importante quando lo si sceglie, essere consapevoli che dovrà essere trattato con cura e levigato, proprio per mantenere inalterate le sue proprietà estetiche particolari ed uniche.
Bisognerà ricorrere quindi, oltre ad una cura ottimale, a tecniche e prodotti  per mantenere lucida e levigata la superficie esterna e mantenere il suo straordinario splendore.

Lucidatura e levigatura però sono processi molto complicati che devono essere effettuati da tecnici professionisti, ovviamente non possono essere trattamenti giornalieri. Quello che è possibile però fare  per mantenere il più possibile inalterate le proprietà del marmo è sicuramente usare la cera.
Quest'ultima sicuramente è un trattamento non invasivo, economico ed efficace per lucidare il marmo.
Ovviamente in base al materiale che si tratterà, esisteranno tipologie di cere più o meno idonee.

COME AVVIENE LA LUCIDATURA


E' fondamentale avviare questo processo in presenza di un basso grado di umidità, quindi bisognerà effettuare questo processo in un ambiente asciutto.
I procedimenti principali per pulire un pavimento in marmo sono i seguenti:
1) Pulire approfonditamente la superficie per eliminare ogni residuo polveroso.
2) Pulire il pavimento con un prodotto specifico
3) Applicare la cera

Bisogna specificare quanto sia fondamentale scegliere una cera di buona qualità per evitare di provocare danni irreparabili o opacizzarlo.
Sul mercato esistono svariate cere, non tutte però sono adatte a tutte le superfici marmoree, alcune hanno dei componenti molto aggressivi che rischiano di rovinare o ''mangiare'' la finitura lucida propria del marmo. Bisognerà quindi studiare approfonditamente gli ingredienti della cera e prediligere quelle con meno ingredienti corrosivi o acidi.

I TIPI DI CERA PIU' EFFICACI


I prodotti per la lucidatura e levigatura presenti nel mercato commerciale sono svariati e con caratteristiche molto diverse. Quelle più idonee per la maggior parte dei marmi che si trovano in casa (sia come rivestimenti che come superfici) sono le seguenti:

- CERA SEMI SOLIDA: formata da solventi leggeri non invasivi. Ottima anche per rivestimenti in altri materiali pregiati come graniglie e graniti.
Si usa con una lucidatrice in modo tale da ottenere il risultato sperato.

- CERA SPRAY: innovativa e comoda. Facile da applicare e veloce da asciugare, è perfetta per le piccole porzioni marmoree. Rispetto alle versioni tradizionali, la cera spray è sicuramente più leggera, ma ugualmente valida.

- CERA SOLIDA: di consistenza pastosa e materica. Ottima per marmi, graniti e le altre tipologie marmoree più particolari. Rispetto le altre, è sicuramente la più efficace ed anche quella che permette una resa migliore e più duratura. Garantisce quindi una protezione approfondita ed una lucidità senza eguali.