Le tecniche di lavorazione che i professionisti eseguono sulle lastre di marmo permettono di raggiungere risultati differenti e di rendere le superfici più o meno lisce e omogenee, nonché di scolpirle in base alle necessità.

A questo riguardo saranno necessari utensili appositi, il cui utilizzo richiede una certa esperienza e abilità, perché altrimenti si rischia di danneggiare la lastra in maniera irrimediabile.

In genere la lavorazione del marmo comincia con la spianatura per rendere la lastra liscia e prepararla alla stuccatura. In questa fase verranno eliminati eventuali rialzamenti per ottenere un piano regolare.

In seguito si passa alla levigatura, che serve per rimuovere le tracce di stucco che sono in eccesso. Il lavoro si completa con la lucidatura, momento in cui entrano in gioco gli abrasivi specifici per il marmo.

Eventualmente, alla fine della lucidatura, si possono aggiungere effetti decorativi sulla lastra eseguendo una fiammatura, per dare un effetto antisdrucciolo, oppure la bocciardature, indicata per ricreare intagli, sbalzi o incisioni.

Abrasivi studiati appositamente

Gli abrasivi per marmo sono accessori fondamentali per eseguire la tecnica della lucidatura. Solitamente gli abrasivi vengono montati nelle lucidature, siano queste a nastro, a ponte o dotate di manettone.

L'offerta degli abrasivi presenti in commercio è piuttosto ampia e si può scegliere fra quelli da utilizzare in abbinamento con l'acqua, oppure le varianti a secco.

In ogni caso gli abrasivi vanno scelti in base alla superficie da trattare e all'uso a cui il marmo è destinato. Oltre ai dischi per abrasione e da taglio tradizionali, alle carte per smerigliare, l'assortimento include anche gli abrasivi con lamelle che sono indicati per sgrossare.

Particolarmente apprezzati sono anche gli abrasivi diamantati, utili per raggiungere livelli di lucentezza superiori a quelli che si ottengono con le varianti a base di carburo di silicio.

Utilizzando in maniera corretta gli abrasivi per il marmo sarà possibile eliminare macchie e opacità, quindi rimuovere lo strato superficiale del piano che si presenta usurato e riportare il colore allo stato originale.

Alla fine del trattamento si possono anche applicare sulla superficie particolari composti e polveri che reagiscono chimicamente per aumentare nel tempo l'idroreppellenza e la lucentezza del marmo. 

Dove reperire i prodotti adatti

Gli abrasivi per il marmo, così come le attrezzature specifiche per marmisti, si possono reperire presso i negozi specializzati. La scelta di abrasivi per il marmo di qualità è fondamentale per una buona riuscita del lavoro e per una corretta manutenzione.

Quando si tende a risparmiare sull'acquisto degli abrasivi non solo i risultati che si ottengono saranno insoddisfacenti, ma costringono a ripetere la tecnica della lucidatura con maggiore spreco di tempo, fatica e denaro.

Invece, utilizzando prodotti delle marche leader del settore, supportati da personale tecnico competente e laboratori di ricerca e sviluppo costantemente aggiornati, la lucidatura professionale si mantiene maggiormente nel tempo.

L'attrezzatura non scadente è necessaria anche per coloro che devono lucidare piccole superfici in marmo. A questo riguardo una buona scelta consiste nell'usare gli abrasivi in abbinamento alle smerigliatrici angolari.

I marmisti che eseguono lavorazioni intense, che si trovano alle prese anche con lastre molto opacizzate, possono scegliere fra gli abrasivi per marmo venduti in kit, indicati per una manutenzione ad ampio raggio.

I kit abrasivi, infatti, includono dischi con differenti grane e permettono di riportare a nuovo il marmo molto usurato. In questo caso è sempre consigliabile iniziare il lavoro con dischi con grane basse per poi passare a quelle alte.

Infine, si ricorda che gli abrasivi si montano sull'utensile tramite il platorello, cioè un attacco standard che funge da supporto. I platorelli sono disponibili in diversi diametri , da scegliere in base alle specifiche esigenze.