Difficoltà della pulitura del marmo

Il marmo è una pietra molto delicata e porosa che tende ad assorbire qualunque elemento gli si riversi sopra. Questo alla lunga va a rovinare il marmo, macchiandolo e facendolo apparire sempre sporco e opaco. Con l'usura i classici detergenti specifici spesso risultano inefficaci, quindi si è obbligati a ricorrere ad alcuni prodotti e strumenti che elimineranno lo strato superficiale della pietra, facendo sparire così le macchie e riportando il marmo come nuovo. Gli articoli per marmisti di cui stiamo parlando sono prodotti abrasivi e e dischi da applicare a macchinari, e servono per l'appunto a ridare al marmo la lucentezza originale.

Nel corso degli ultimi anni la strumentazione per marmisti è migliorata notevolmente, addattandosi sempre più alla tipologia di prodotto che si andava a trattare. Per ottenere un risultato finale ottimale per quanto riguarda ampie superfici, sia che si tratti di un vecchio pavimento da recuperare in quanto deteriorato, sia che si tratti di un pavimento appena posato, il procedimento è il medesimo. Bisogna partire prima dalla levigatura della pietra per finire con la lucidatura e, per entrambe le operazioni, la scelta di che dischi utilizzare dipenderà, oltre che dal colore e dalla tipologia della pietra, dal livello di usura. Per un risultato ottimale sarà necessaria una combinazione fra prodotti chimici e attrezzature micro-abrasive, e si utilizzeranno abrasivi sintetici, diamantati e resinosi a secondo delle esigenze e dei macchinari a disposizione. La gamma delle possibilità non si esaurisce tuttavia solo con il trattamento meccanico. Esistono infatti in commercio polveri e prodotti simili per la lucidatura di marmi poco usurati, applicati solitamente con una spazzola, adatti per superfici limitate. Le polveri vanno scelte in base alla tipologia del marmo e alle dimensioni della porzione da trattare. Anche la spazzola dovrà essere acquistata in base alla polvere scelta. Il risultato sarà ottimo.

La levigatura

Le levigatrici per il  marmo di ultima generazione sono composte da dischi rotanti in diamante sintetico che, con il loro movimento e l'utilizzo di acqua, levigano il piano. Si chiamano lavorazioni a diamante che, a differenza del tradizionale trattamento al piombo, levigano meccanicamente e non chimicamente, garantendo una maggiore durata del prodotto finito. La praticità di queste macchine si riscontrano inoltre nel caso in cui vi siano dei mobili inamovibili, riescono infatti comunque a levigare il pavimento in maniera uniforme. Nei negozi per marmisti oggi si possono trovare varie tipologie di dischi da applicare, in carburo di silicio, diamante e resina, diamante, che spaziano da grane grosse a grane molto fini, differenziati anche per dimensioni e fori. Solitamente per la levigatura vengono adoperati abrasivi con grane più aggressive e fini soprattutto nei casi in cui il pavimento abbia bisogno di essere un po' livellato. Se si tratta di un pavimento appena posato la levigatura servirà per eliminare i dislivelli che si sono creati fra un elemento e l'altro. Finita la prima fase eseguita con dischi idonei ad asportare tutto lo strato superficiale, in base all'usura, si procederà a utilizzare lo stucco nelle zone deteriorate e successivamente alla raffinatura, utilizzando possibilmente sempre dischi al diamante, o resinosi e diamantati, procedendo gradualmente con grane sempre più grosse, in modo da eliminare anche i graffi più superficiali. I dischi in vendita sul mercato hanno grane diverse che variano da 50 a 100 fino a 200, 400, 800 ecc.. Ogni grana ha una finalità di tipo diverso ma bisogna considerare che quelle inferiori sono consigliate a chi deve levigare un marmo molto opacizzato o rovinato. I dischi con grane più alte, invece sono consigliati per il trattamento del marmo già in buone condizioni, magari solo leggermente opaco.

La lucidatura

Anche per la lucidatura si utilizzano i medesimi macchinari, con sistema a Planetario che garantisce la perfezione nella lavorazione in opera. Fra le varie forniture per marmisti che si possono applicare vi sono dischi abrasivi, anche questi differenziati per dimensione, fibrati, lamellari, in velcro o tele in lana o cotone, impregnate di pasta abrasiva del colore che rispecchia la tonalità del marmo che si dovrà lucidare, bianca, beige, grigia, nera o rossa. Le grane per la lucidatura sono più grosse, per esaltare il colore e le venature naturali del materiale; si utilizzeranno dei lucidanti, per ottenere il classico effetto a specchio. Inoltre i dischi abrasivi si distinguono in neri, consigliati nella lucidatura di marmi scuri, e in bianchi raccomandati per marmi chiari. Vi sono tuttavia dischi versatili, come i fastline, utilizzabili con marmi di tutti i colori. Oltre che per garantire l'effetto specchio appena citato, la lucidatura ha lo scopo di proteggere la superficie, ricoprendo la pietra con una sorta di pattina che la proteggerà nel tempo. In base alle esigenze si opterà per un trattamento idrorepellente, antimacchia o antipolvere, attraverso prodotti specifici.