Il mestiere del marmista per essere fatto a livello professionale non può prescindere da un'esperienza consolidata nel tempo e da un buon comparto di utensili indispensabili per portare a termine i propri lavori a regola d'arte, sia in laboratorio che in cantiere. Se in laboratorio si dispone di utensili e tecnologia sempre a portata di mano, cosa invece non può mancare nella borsa di un marmista quando lavora in sito durante la posa in opera di pavimenti, rivestimenti o altre rifiniture in marmo? Cere, lucidanti, carte abrasive, strumenti per il taglio portatili e indicatori laser segnataglio, sono solo alcuni dei prodotti ed utensili che non possono mancare tra le utilità di un marmista. Di seguito una breve panoramica per capire meglio di cosa stiamo parlando, cosa sono questi prodotti e utensili e in che modo possono essere utili o, nella maggior parte dei casi, indispensabili.

Strumenti da taglio portatili di precisione

Durante la posa in opera di componenti in marmo in cantiere, è solito dover rifilare degli elementi per aggiustarne il filo e poter completare il lavoro a regola d'arte. Uno strumento indispensabile, che non può mancare nella borsa di un marmista, è certamente una buona selezione di taglierini diamantati, uno degli attrezzi per marmisti portatile che consente di intervenire di fino per tagli rapidi e precisi. Questo tipologia di taglierini consento intervenire per correggere eventuali fuori misure sulle quali è opportuno intervenire in fase di posa per poter adattare una lastra di marmo o altro, alle dimensioni reali dello stato di fatto. Anche in caso di interventi di rimozioni dedicate (non demolizioni), i taglierini diamantati consentono di agevolare lo smontaggio di una lastra o simili da esportare per essere poi lavorata in laboratorio e quindi applicata un'altra volta. Se è vero che non tutti i tipi di marmo sono uguali, certamente non lo sono neanche gli strumenti pensati per lavorarlo: i taglierini diamantati non fanno eccezione. Un set di taglierini diamantati sarà composto da diverse punte e dischetti ognuno dei quali servirà per tagliare superfici e spessori diversi. Un buon set portatile può fare la differenza in cantiere, dando l'opportunità essere sempre in grado di intervenire in maniera precisa a secondo dei casi e mettersi in condizione di fare un buon lavoro. Indispensabili per le finiture i mastici o siliconi specifici per il marmo.

 

Indicatori di taglio di precisione portatili

In cantiere spesso si ha la necessitò di effettuare dei tagli più impegnativi per i quali i taglierini diamantati non sono adatti e quindi è necessario usare degli utensili da taglio elettrici a disco. I tagli a mano libera, anche se eseguiti da un professionista con molta esperienza, sono sempre molto delicati e si rischia di non ricavarne un filo di taglio pulito rischiando di fare costosi sprechi di materiale e certamente una perdita di tempo inutile. A tale proposito nella borsa di un professionista non possono mancare degli indicatori laser segnataglio. Molte le tipologie presenti sul mercato che dispongono di vari tipi di morsetti adattatori. Possono essere fissati su qualunque spessore o superficie in maniera tale da poter eseguire dei tagli precisi senza rischiare di fare sprechi e di lavorare in tutta sicurezza. Poter intervenire sempre e comunque in cantiere significa non perdere tempo e poter fare un lavoro a regola d'arte nei tempi prestabiliti. Significa fare un lavoro professionale, insomma.

Strumenti e prodotti per la rifinitura del marmo

Tra i prodotti che un professionista dovrebbe sempre avere con sé nella propria borsa ci sono le carte abrasive utili a lavorare la superficie del marmo per ottenere diversi gradi di lisciatura o particolari effetti desiderati. Non solo, le carte abrasive sono utili anche per pulire specchi di marmo già posati in opera che necessitano di una carteggiata per ripristinare il colore originale del materiale. Il loro utilizzo è trasversale, soprattutto nelle ristrutturazioni di complementi architettonici in marmo che non possono essere rimossi e lavorati su un banco da lavoro in laboratorio e quindi un intervento in agilità implica l'uso manuale o per mezzo di utensili elettrici, direttamente sulla parete, pavimento o altro. Le carte abrasive  danno la possibilità in questo senso aiutando il professionista ad essere sempre in grado di intervenire con precisione in tutte le situazioni. Altri prodotti di rifinitura che un marmista è solito usare dopo la posa in opera di un pavimento, un rivestimento o qualunque altro complemento architettonico in marmo, per essere rifinito con delle cere e lucidanti. Le cere e i lucidanti per marmo come sai, sono la rifinitura ultima. Consentono a seconda dei casi e dei gusti di ottenere diversi gradi di lucido e, come nel caso delle cere, di proteggere i rivestimenti o altri componenti esterni ed quindi esposti all'azione corrosiva degli agenti atmosferici. Quindi, questi prodotti, non possono certo mancare nella borsa di un marmista.