Per lucidare il marmo ci sono diversi modi, e a seconda dello stato in cui si trova la superficie si utilizzando specifici strumenti atti ad ottimizzare il risultato.

Ognuno di queste forniture per marmisti ha una sua funzione; infatti, ci sono dei dischi, delle mole al silicio e delle placchette diamantate. Questi attrezzi si usano con delle apposite lucidatrici o con una smerigliatrice elettrica a più velocità, o utilizzando un regolatore di velocità esterno.

Si tratta in tal caso di un modo professionale per lucidare il marmo, specie se la lavorazione riguarda ampie superfici. L’uso è tra l’altro subordinato all’utilizzo di acqua che serve per raffreddare sia i dischi e le mole che la superficie marmorea.

Per quelle più piccole invece ci sono smerigliatrici a secco con dischi in feltro e che seppur meno precise, consentono comunque di ottenere degli ottimi risultati.

Sgrossare il marmo con dischi e mole

Per lucidare il marmo che si presenta opaco o graffiato oppure in entrambe le condizioni, utilizzando attrezzature per marmisti è possibile ripristinare il loro bagliore rimuovendo le imperfezioni e lucidandole. Questo è un lavoro fai-da-te che si può rendere professionale con dei prodotti giusti.

Il primo passo da compiere per lucidare il marmo consiste nel restaurarlo con delle resine epossidiche o mastici poliesteri da applicare con una spatola, dopodiché una volta che avviene l’essiccazione entrano in gioco i suddetti strumenti che servono a livellare il ripiano eliminando quindi gli spessori che si sono creati.

Prima di lucidare il marmo bisogna pulirlo con un detergente delicato, e poi asciugarlo con un panno pulito prima di procedere con la lucidatura.

Lucidare il marmo con dischi in feltro 

Se il marmo è macchiato, bisogna prendere in considerazione l'utilizzo di tipici articoli per marmisti come ad esempio delle paste abrasive ed utilizzando un trapano nel cui mandrino si monta un disco di feltro.

Per massimizzare il risultato bisogna utilizzare la quantità giusta di pasta abrasiva sulla superficie, e lavorare poi la sostanza con la suddetta ruota in feltro a bassa o media velocità. La maggior parte dei professionisti del settore, lavora su una sezione per volta.

Per questo motivo il consiglio è di procedere allo stesso modo lasciando che il composto e lo strumento svolgano il loro compito. Per quanto riguarda dei marmi che presentano degli angoli da lucidare perché graffiati ed opachi, oppure da levigare a seguito di un accurato restauro preliminare con stucchi epossidici specifici, un disco abrasivo non è adatto e lo steso discorso vale per quello di feltro.

Per massimizzare il risultato si possono usare un panno imbevuto in cera oppure delle piccole spazzole in feltro che sono disponibili nei negozi per marmisti, e che si possono collegare ad un mandrino di un comune trapano oppure ad uno piccolo del tipo usato dagli hobbisty.

Come usare le smerigliatrici a secco

Per lucidare il marmo ed il granito ci sono altri attrezzi per marmisti che si rivelano anche adatti per il granito. Nello specifico si tratta di smerigliatrici a secco ideali per dare risalto o ripristinare il bagliore su marmi e granito usurati dagli anni.

Anche in questo caso i prodotti specifici per marmisti e per lucidare tali superfici sono necessari per ottimizzare il risultato. Una pasta abrasiva è in tal caso una scelta eccellente per l'intero spettro di tonalità del granito, che usato nelle giuste dosi e con una smerigliatrice a secco regala un lavoro perfetto tale da sembrare eseguito da un un professionista.

Sempre in riferimento alle lucidatrici a secco per marmo, è importante sottolineare che ci sono anche altri funzionali strumenti come ad esempio la levigatrice a nastro che permette di asportare il materiale grezzo da una superficie marmorea o di granito e di ottenerla liscia e setosa, quindi pronta per la lucidatura finale.

Questo strumento per marmisti agisce con un nastro di tela smeriglio o di carta abrasiva che si utilizzano a seconda della tipologia di superficie da trattare.

La levigatrice a nastro, grazie alla sua base rettangolare è l’ideale per rimuovere materiale in eccesso dopo un restauro, ma anche per sgrossare superfici macchiate di vernice o di altre sostanze, e con il vantaggio di poter agire in piano quindi senza creare solchi o antiestetiche pendenze.

Le placchette diamantate

Le placchette diamantate ed abrasive sono degli altri attrezzi per marmisti che consentono di levigare e lucidare il marmo, e sono disponibili in sette diverse tipologie di grane 50# 100# 200# ideali queste per sgrossare, da 400# 800# per levigare il marmo e da 1500# 3000# per lucidare lo steso marmo, il granito ed altre pietre dure.

Le placchette diamantate servono tra l’altro anche per ripristinare travertino oppure delle pietre calcaree le cui superfici presentano piccoli ma antiestetici graffi, corrosioni o incrostazioni.

Questi attrezzi consentono di rendere come nuove anche superfici marmoree di uso comune in una casa, come ad esempio ripiani di mobili del bagno o della cucina oltre che dei pavimenti.