Come stuccare il marmo

Il marmo è uno dei materiali più usati in edilizia e può avere un'ampia gamma di destinazioni d'uso, dalle pavimentazioni ai rivestimenti murari e all'oggettistica d'arredo. Tuttavia bisogna tenere a mente che si tratta di una pietra naturale a base di calcare, quindi può subire danni e degradazioni, soprattutto a causa dell'usura oppure degli effetti degli agenti atmosferici nel caso si inserisca all'estero. Per riparare e rendere invisibili fessure e crepe diventa quindi fondamentale stuccare il marmo e riportare le superfici alle loro bellezza originaria. A seconda dell'intervento da mettere in atto è necessario rivolgersi a un professionista del settore oppure procedere da soli impiegando i prodotti per marmisti che si trovano in commercio. In questo caso occorre avere buone doti manuali e mettere in atto alcuni accorgimenti. Infatti il marmo, nonostante sia una pietra particolarmente dura, si scheggia e si crepa facilmente. In genere le crepe e le fessure vengono riempite con un silicone specifico e impermeabile, passando la superficie con carta abrasiva di grana abbastanza fine. Comunque è possibile stuccare il marmo anche senza levigarlo.

Stuccare il marmo senza levigare

Per stuccare il marmo senza levigare le superfici è necessario pulirle con cura per eliminare ogni traccia di polvere e residui, passandovi infine uno straccio asciutto. Nel caso in cui la crepa presenti una certa profondità e bene optare per uno stucco specifico per il marmo, a cui si deve aggiungere una pasta indurente fino a ottenere un impasto omogeneo. A questo punto si applica velocemente il materiale con una spatola per riempire la fessura ed eliminando la quantità in eccesso. Se non si vuole usare una levigatrice per il marmo per rendere la superficie liscia una volta che lo stucco è asciutto (si va da 30 minuti a un'ora), è fondamentale evitare di sporcare la zona circostante e avere una certa esperienza nell'applicazione. Infatti bisogna usare la spatola per rendere il risultato omogeneo alla vista e al tatto. Eventualmente si possono eliminare le piccole sporgenze cartavetrando con prodotti a grana fine. Inoltre in commercio si trovano stucchi che non necessitano di essere levigati dopo l'applicazione. Si tratta di prodotti che garantiscono risultati a regola d'arte anche ai non esperti del settore. In questo caso si elimina il prodotto in eccesso pochi minuti dopo l'applicazione, usando prima la spatola e successivamente della paglietta di ferro da pavimenti. Proprio per il fatto di essere un materiale con adesione specifica per marmi e pietre non si stacca e non si altera a contatto con l'acqua. Il passaggio con un lucidante ottimizza comunque il lavoro, che se in presenza di troppa luce potrebbe mostrare una piccola differenza

I prodotti che si possono usare 

Gli stucchi per marmo che si possono usare sono articoli professionali che si trovano in negozi specializzati. Queste soluzioni consentono anche di riempire i buchi e le fughe. In questo modo non solo si riesce a riparare tutti i segni del degrado della pietra naturale, ma si ha un materiale di alta qualità per la posa di  lastre di marmo quando si realizzano pavimentazioni e rivestimenti. Infatti consente di stuccare anche in senso verticale. Gli stucchi che non devono essere levigati dopo l'applicazione possono essere utilizzati anche sui pavimenti di marmo lucidato in quanto non rovinano la finitura delle superfici. Questi prodotti si trovano in un'ampia gamma di colori, così da adattarsi perfettamente a tutte le varietà e alle sfumature della pietra naturale. Al tempo stesso, quando lo stucco è allo stato fuso, è possibile aggiungere al materiale coloranti liquidi. Così si ottiene tonalità personalizzate in base ai propri desideri. Si consiglia comunque di usare un colore medio quando si devono stuccare fughe, fessure oppure crepe di un pavimento in marmo policromo. In questo modo si evitano contrasti cromatici spiacevoli. Inoltre si tende sempre a utilizzare una tonalità leggermente più chiara rispetto al fondo.

Cosa tenere a mente


Gli stucchi per marmo che non necessitano di essere levigati dopo l'applicazione possono essere utilizzati sia in ambienti interni che esterni in quanto sono impermeabili. In commercio si trovano prodotti solido, semi-solidi e liquidi: i risultati migliori si ottengono con gli articoli che appartengono alla prima categoria in quanto sono quelli che imitano le stesse caratteristiche del marmo. Esistono poi degli stucchi i panetti solidi a temperatura ambiente, si sciolgono quando si superano i 70°C e raggiungono uno stato semiliquido. In genere si usa un riscaldatore elettrico per fondere lo stucco. Proprio per questo motivo vengono definiti stucchi a caldo. Si tratta di soluzioni adottate da anni dai lucidatori professionisti di pavimenti per risolvere velocemente i problemi derivanti dalla presenza di buchi e fessure una volta terminata la procedura. Bisogna tenere a mente che in commercio si trovano tanti articoli proposti da diverse ditte produttrici.